RaF Toscana 2019. Uno scrigno di informazioni sulle foreste regionali

Un’analisi approfondita e dettagliata i cui risultati vengono illustrati in un documento articolato in tre sezioni: news, stato dell’arte dei boschi e del clima, e approfondimenti tecnici.

RaF Toscana 2019. Uno scrigno di informazioni sulle foreste regionali

16 dicembre 2020 Gestione Forestale Sostenibile

Di Luca Rossi   

È stata presentata venerdì 11 dicembre 2020 in modalità streaming la 7a edizione del Rapporto sullo stato delle foreste in Toscana, riferito all’anno 2019. Disponibile nel sito della Regione Toscana in versione PDF, il rapporto è stato predisposto dalla Regione Toscana - Settore Forestazione. Usi civici. Agroambiente, della Direzione Agricoltura e Sviluppo Rurale - e da Compagnia delle Foreste, in collaborazione con imprese, enti locali, regione, istituzioni nazionali, università ed istituti di ricerca, ordini professionali, associazioni, consorzi, carabinieri forestali e vigili del fuoco, per un totale di 183 persone coinvolte.

La fotografia della realtà forestale toscana, grazie ai dati raccolti negli anni 2017, 2018, e 2019, è illustrata in 185 pagine suddivise in tre macro sezioni:

  1. Novità e notizie: suddivise in cinque capitoli, “progetti, studi e ricerche”, “convegni, seminari e fiere”, “norme e programmi”, “formazione, aggiornamento e educazione”, “tutela, valorizzazione e buone pratiche”, per un totale di 79 news.
  2. Inquadramento dei boschi toscani, Andamento del clima in Toscana, e Focus: una sezione ampia, da cui emergono diversi risultati. 1.163.057 ettari di superficie boscata, di cui il 78% di latifoglie, il 5,6% di conifere, il 7,4% di boschi misti di latifoglie e conifere, il 7,2% di vegetazione boschiva e arbustiva in evoluzione, l’1,6% di vegetazione sclerofilla, e lo 0,1% di brughiere e cespugli.
    Riguardo il clima, è stato osservato un diffuso aumento delle temperature medie.          
    I sette focus riguardano le Modifiche alla normativa forestale toscana, il Programma di Sviluppo Rurale, la Regione Toscana come leader della Rete Mediterranea delle Foreste Modello, gli Interventi di salvaguardia di aree percorse da grandi incendi, gli Usi civici in bosco, il Paesaggio forestale, l’Attuale consistenza delle informazioni forestali in Toscana.
  3. Indicatori: approfondimenti tecnici sulle tematiche della Gestione sostenibile, della Prevenzione, delle Imprese e dei Prodotti, e sui Servizi Ecosistemici.    

Come ribadito nella presentazione iniziale al documento da Stefania Saccardi - Assessore Agro-alimentare, caccia e pesca. Vicepresidente della Giunta della Regione Toscana - e da Sandro Pieroni – Dirigente Settore Forestazione. Usi Civici. Agroambiente della Regione Toscana -, il RaF vuole essere uno strumento informativo, una base di partenza, un vettore di rete e senso di comunità rivolto agli operatori del settore forestale, pubblici e privati, ai decisori politici, ai tecnici e ai consumatori.           

La Regione Toscana, con il suo consistente patrimonio forestale, ha sposato la causa della Gestione Forestale Sostenibile e del PEFC Italia fin dalla sua nascita, nel 2001, in qualità di socio fondatore. All’interno dei confini regionali può vantare sei realtà certificate per un totale di 21.467 ettari di boschi.

Referenti PEFC

Luca Rossi

Redazione Eco delle Foreste