Revisione degli standard: fine 2020 con un’importante novità

A distanza di 5 anni dalla precedente revisione, gli standard del PEFC Italia si aggiornano e si aprono al “fuori foresta”. Infatti il mondo della certificazione PEFC si aprirà anche all’agroselvicoltura e al verde urbano a partire dal gennaio 2021.

Revisione degli standard: fine 2020 con un’importante novità

16 dicembre 2020 Notizie tecniche e interpretazioni della norma

Di Eleonora Mariano  

Sono passati ormai cinque anni dalla pubblicazione degli standard revisionati di Gestione Forestale Sostenibile e Gestione Sostenibile delle piantagioni Arboree del PEFC Italia. Gli standard, che hanno l’obiettivo di individuare precise regole di sostenibilità ambientale, economica e sociale, sono definiti a livello nazionale dal PEFC Italia insieme ai principali stakeholder del settore grazie alla costituzione di specifici gruppi di lavoro.
L’obiettivo? Migliorare con cadenza regolare i criteri e gli indicatori di sostenibilità dei nostri standard. E, da questa revisione, il lavoro non riguarderà solo foreste e piantagioni.  Con questi lavori, infatti, si allargherà la certificazione al “fuori foresta”. Infatti, oltre alla possibilità già esistente di certificare pioppeti, piantagioni policicliche e piantagioni a ciclo medio-lungo, il mondo della certificazione PEFC si aprirà anche all’agroselvicoltura e al verde urbano.      
In questo anno così difficile, abbiamo iniziato il processo di revisione con l’Assemblea dei Soci 2020 che ha fatto partire ufficialmente i lavori.          
In questa fase, dopo l’Approvazione dell’iter procedurale da parte del Consiglio di Amministrazione del PEFC si entra nel vivo dei lavori: è stato completato infatti il lavoro di identificazione degli “stakeholder” che nei prossimi giorni riceveranno l’invito formale ad entrare nei gruppi di lavoro per la ridefinizione degli standard PEFC.        
Dopo un primo incontro plenario che si terrà a gennaio e incontri specifici dei gruppi di lavoro, i documenti prodotti saranno prima aperti ad una consultazione pubblica, quindi approvati dal Cda del PEFC per poi entrare nella fase di riconoscimento internazionale, che prevede una prima valutazione da parte di revisori esterni e indipendenti e una seconda valutazione effettuata da un gruppo di esperti del PEFC Internazionale (tutto il processo avrà una durata di almeno 18 mesi). Ultimo passaggio: il voto finale da parte dei membri dell’assemblea del PEFC Internazionale.

Quella che sta aprendosi è quindi una sfida importante, che permetterà ai partecipanti al Forum di collaborare con i principali stakeholder del settore e di far parte di un momento chiave per la scrittura di un’importante pagina di sostenibilità nel settore forestale e del fuori foresta.          

Referenti PEFC

Eleonora Mariano

Progettazione e comunicazione